La vita inizia dove finisce il divano

Un libro di una donna per le donne, con uno sguardo rivolto al futuro e uno al passato, necessario a tenere  i piedi ben piantati nel presente; un piacere che deriva non solo dalla lettura ma dal carico di quesiti e di sorrisi e di “anche io” che si porta dietro e che lo rende davvero prezioso.

Veronina Benini alias @Spora è una tra le strategist più seguite sui social e un’imprenditrice digitale dallo sguardo lungo, nonché autrice di “La vita inizia dove finisce il divano“, edito da DeAgostini, un libro che è un concentrato di energia vincente, di illuminazioni seguite con razionalità e di resilienza, a metà strada tra un’autobiografia e un manuale pratico di crescita personale. Un mix esplosivo. Perché se qualcuno fosse ancora convinto che il modo migliore per passare la propria vita sia quello di rimanere nella propria comfort zone, la storia di Veronica – con la compagnia del suo fidato furgone Lucio e il seguito delle mille “galline”, le sue follower – arriva a ribaltare ogni convinzione.

33 anni, una carriera in ascesa, una vita a Parigi con un marito perfetto, una casa e perfino il divano dei sogni e, all’improvviso, tutto si trasforma nel suo esatto contrario: Veronica scopre di avere un cancro al collo dell’utero e di non poter avere figli, il compagno la lascia e il lavoro non le sembra poi così capace di rappresentarla. Ma nessuna tragedia, è arrivato semplicemente il momento di chiudere una fase della propria esistenza e di cominciarne un’altra…semplice no?

La motivazione è un’arma potentissima: quando trovi il tuo obiettivo si accende un’energia senza limiti e ogni tassello si sistema alla perfezione anche dove non credevi che ci potessero entrare dei pezzi. E io quella motivazione ce l’avevo perché avevo un obiettivo chiarissimo: partire, ricominciare, ricominciarmi.

Prima di tutto Veronica apre un blog e un account su Twitter – in cui ribadisce, da sempre, l’importanza dello screening preventivo nella lotta contro i tumori – e poi riprogetta la sua vita partendo dalle sue passioni più profonde, fidandosi del suo intuito e non lasciandosi intimidire dalle perplessità altrui. Pur non sapendo guidare, si trasferisce su un furgone, “Lucio”, adattato a casa, torna in Italia supportata da una rete di follower in continua crescita che fanno il tifo per lei e trasforma il suo amore incondizionato per i tacchi in un lavoro. Per insegnare alle donne a portare i tacchi con stile e sicurezza, certo, ma soprattutto per arrivare all’empowerment femminile e all’autostima nasce The Stiletto Academy: perché le donne devono farsi sentire, partendo dall’armonico ticchettio delle scarpe che indossano! Da qui sono chilometri macinati – anche sulle quattro ruote di Lucio – in un viaggio dentro una nuova esistenza che si concretizza in decine di progetti incentrati sull’insegnare alle donne a sfruttare il marketing digitale e social per potenziare i loro business – made by Spora sono le nuove star del web come l’@estetistacinica o @lasciampista – e, soprattutto, con il fine di convincere che tutte dobbiamo essere imprenditrici di noi stesse, avendo rispetto per noi e considerando l’indipendenza, economica in primis, un valore irrinunciabile.

“La vita inizia dove finisce il divano” delinea una storia imprenditoriale di successo ma soprattutto un modello femminile forte e universalmente applicabile che dimostra come, nonostante tutto, ci sia sempre una via d’uscita per trasformare un evento drammatico in possibilità. Gli unici requisiti richiesti sono di credere in sé stessi, nelle proprie capacità e sapere che tutti abbiamo una seconda opportunità.

Un libro da leggere, da sottolineare, su cui riflettere e dal quale lasciarsi trasportare per trasformare l’ormai in un presente da sfruttare.  

Testo di Ursula Beretta

Related Posts
Cercami

Discussion about this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php