insieme rendiamo il mondo più bello

Da quando sono madre la mia coscienza ecologista si è come risvegliata. Oggi molto più di ieri mi sta a cuore l’idea che sia possibile vivere in maniera più sostenibile, avere un impatto soft sull’ambiente per preservarlo il più possibile. Sogno che i miei bambini abbiano la possibilità di vivere in un mondo meno inquinato, a partire dalla propria città. Riciclare, ridurre al minimo gli sprechi, riutilizzare sono pratiche che fanno ormai parte della mia vita quotidiana ed è una mia priorità sensibilizzare verso questo lifestyle anche i miei figli, seppure ancora piccoli.

Ma a volte mi chiedo se basti. Mi sento un granello di sabbia su una spiaggia sterminata. Mi chiedo cosa facciano nel frattempo le aziende produttrici o utilizzatrici di prodotti non biodegradabili, per esempio.

Qualche giorno fa, con grande sollievo, ho scoperto che ci sono aziende illuminate che già da tempo si muovono nella mia stessa direzione. Una di queste è Garnier che vanta stabilimenti all’avanguardia a bassissimo impatto ambientale; utilizza plastica riciclabile e riciclata per la fabbricazione dei flaconi e la formulazione dei suoi prodotti ha una presenza sempre più elevata di ingredienti di origine naturale e formule il più possibile biodegradabili, ottenuti attraverso metodi sostenibili e provenienti da fonti rinnovabili.

Ma da soli si arriva fino a un certo punto, e allora proprio Garnier ha pensato di unirsi a un colosso della grande distribuzione, Carrefour Italia, anch’esso sensibile al tema dell’ecologia e della riduzione degli sprechi, e al MOIGE (Movimento Italiano genitori) e con il patrocinio dell’ISTITUTO ITALIANO IMBALLAGGIO ha sviluppato un progetto rivoluzionario, che facesse la differenza impattando davvero sulla società.

Il progetto si chiama “Insieme rendiamo il mondo più bello” ed è incentrato sulla formazione dei bambini delle scuole primarie sul tema del riciclo e della raccolta differenziata: sensibilizzare i cittadini di domani sull’importante tema della salvaguardia ambientale, partendo dalle buone pratiche in ambito della gestione dei rifiuti e dall’incoraggiamento all’adozione dell’economia circolare.

L’impianto del programma si articola nel corso del triennio 2017-2019, periodo durante il quale verranno coinvolti 500 complessi scolastici.
Grazie al contributo sostanziale del Moige con il coinvolgimento diretto del corpo docenti delle scuole, l’obiettivo è di formare 150.000 bambini (tra i 6 -10 anni).

Nel corso del primo anno (2017) sono stati formati 60.000 bambini di 200 scuole attraverso dispense didattiche a cura dell’Istituto Italiano Imballaggio che hanno una grafica semplice e sono incentrate sulle avventure di due simpatici personaggi, Rici e Clò, 
Nel 2018 verranno coinvolte altre 150 Scuole e 45.000 bambini con workshop in aula e materiali didattici realizzati ad hoc.

A fine 2017 è stata condotta una survey online coinvolgendo gli studenti e gli insegnati che hanno partecipato al primo anno del progetto, per sondare il grado di apprezzamento dell’iniziativa e quanto quest’ultima ha inciso sui comportamenti delle famiglie. Al di là del livello di gradimento da parte di alunni e insegnanti, che è stato altissimo, il dato importante che è emerso è che il 77% ha dichiarato di aver prestato più attenzione ad una corretta differenziata e di conseguenza di aver riciclato di più. 

Last but not least….

Attraverso la collaborazione con il partner Carrefour Italia, dal 6 Marzo al 6 Aprile nei punti vendita della rete Carrefour, per ogni prodotto acquistato, Garnier devolverà 50 centesimi al Moige a sostegno dell’attività di formazione nelle Scuole.

Ora sì che mi sento di affermare “INSIEME rendiamo il mondo più bello”.

Voi siete d’accordo che se ognuno si impegna a fare qualcosa per un obiettivo comune è davvero possibile cambiare le cose?

 

 

 

GARNIER ACQUA MICELLARE 2018

Related Posts

Discussion about this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php