La vigna di Leonardo coi bambini

C’è una vigna misteriosa racchiusa tra le mura di un giardino incantato, alle spalle di una dimora di grande fascino nel cuore di Milano. La storia narra che questa vigna fu donata da Ludovico il Moro, duca di Milano, a Leonardo da Vinci nel lontano 1498 come segno di gratitudine per la realizzazione dell’Ultima Cena, nel refettorio della basilica di Santa Maria delle Grazie. Tante leggende hanno preso forma attorno a queste viti che rivestirono un profondo valore affettivo per Leonardo e giunsero integre fino agli anni ’20, per poi essere distrutte durante la Seconda Guerra Mondiale, nel 1943.

Per fortuna però, non tutto andò perduto. Alcune piante vennero salvate da Piero Portaluppi, l’architetto che restaurò la Casa degli Atellani, una famiglia di cortigiani degli Sforza. E proprio nel cortile di questo splendido palazzo (la dimora di grande fascino di cui sopra) è stata ripiantata la vigna di Leonardo, nella sua collocazione originaria, con l’ausilio dell’Università di Scienze Agrarie di Milano, della Confagricoltura e della Fondazione Portaluppi.

Con l’Expo, la vigna di Leonardo è stata aperta al pubblico e si può visitare, come si può visitare anche la Casa degli Atellani, un’autentica casa-museo, con affreschi preziosi alle pareti e sui soffitti e antiche boiserie. Nel corso del Novecento la casa è stata trasformata dall’architetto Piero Portaluppi, massimo protagonista dell’architettura milanese, che ne ha però conservato la magia originaria.

Bè, non vi è venuta una voglia matta di andare a fare una visita alla casa degli Atellani e alla vigna di Leonardo?

Io, complice il fatto che vivo nello stesso quartiere, ci vado periodicamente. E ci porto volentieri i bambini! E’ ormai diventato uno dei nostri luoghi storici preferiti a Milano. Io cammino con la testa all’insù, incantata dagli affreschi del Luini, e i miei figli rincorrono i tanti gatti, o meglio, aristo-gatti che gironzolano indisturbati tra le sale opulente della casa fermandosi di tanto in tanto a ronfare sui divani. 

Insieme attraversiamo – audioguida nelle orecchie – il magnifico giardino che si apre varcando la porta finestra, fino alla famosa vigna. Sul sito di Musement trovate questa e tante altre esperienze legate ai luoghi più affascinanti di Milano. Da fare da soli o coi bambini. 

Ah…lo sapevate che i bambini adorano le audioguide? I miei ne vanno matti…ascoltano rapiti la voce che narra gli aneddoti legati a un artista o a un monumento e anche se non riescono a capire ogni cosa restano concentratissimi per tutto il percorso tracciato dall’audioguida. Provate anche voi coi vostri piccoli!

Per una visita guidata alla Casa degli Atellani e alla Vigna di Leonardo potete acquistare i biglietti online direttamente qui.

 

 
Related Posts

Discussion about this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php