Voglia matta di brioche…

La quarantena è finita, siamo più o meno usciti dal tunnel…proprio ora che quel tunnel avevo iniziato ad arredarlo, a renderlo confortevole e accogliente, tra serie televisive super avvincenti da guardare la sera acciambellati sul divano una volta messi a letto i bambini, romanzi che distogliessero la mia attenzione dai numeri dei contagi e dalle statistiche e  piatti ‘appaganti’ da sperimentare a oltranza.

Non si può dire che questo tempo non me lo sia goduto fino all’ultimo, pur con tutti i nervosismi e le idiosincrasie che hanno fatto da contorno alla convivenza prolungata.

Tra le ricette che mi hanno dato più soddisfazione c’è quelle delle brioche che in Sicilia chiamano ‘col tuppo’ ovvero con lo chignon, proprio per la loro forma buffa che le fa assomigliare a una testa acconciata in quel modo. Un giorno avevo una voglia matta di quelle brioche riempite di crema al pistacchio e allora…le ho fatte io!

Questa è la ricetta, per nulla difficile da realizzare. C’è solo da avere pazienza nell’attendere che l’impasto lieviti per bene. (Ma io di tempo per aspettare, fino a qualche giorno fa, ne avevo…).

PER L’IMPASTO

  • 500 g di farina forte (tipo manitoba)
  • 1 bustina di lievito di birra disidratato (7 g)
  • 90 g di zucchero semolato
  • 2 uova
  • 1 tuorlo
  • 160 ml di latte intero
  • 80 g di burro morbido
  • 1 cucchiaio di miele
  • un pizzico di sale

PER LUCIDARE

  • 1 tuorlo
  • 1 cucchiaio di latte
 
Raccogliere, nella ciotola della planetaria, la farina, il lievito, il latte appena tiepido, le uova, il tuorlo, lo zucchero. Iniziate ad impastare fino ad amalgamare, poi unire il burro morbido e il miele. Aggiungete verso la fine anche il sale. Quando avrete ottenuto una massa liscia, elastica e ben incordata ponetela all’interno di una ciotola e copritela con la pellicola alimentare. Fate lievitare fino al raddoppio (circa 3 ore).

 
Quando l’impasto sarà lievitato rovesciatelo su una spianatoia infarinata e suddividetelo in pezzetti da 80g e altrettanti da 15 g. Prelevate i pezzetti più grandi e lavorateli, uno alla volta, tra le mani facendoli ruotare su loro stessi in modo da formare delle palline.
 
Appiattitele leggermente e disponetele, opportunamente distanziate, su due teglie foderate di carta forno. Formate allo stesso modo le palline più piccole e posizionatele al centro di quelle più grandi dove avrete formato un incavo abbastanza profondo con le dita. Coprite con un canovaccio umido e fate lievitare per 1 ora e 30. Trascorso questo tempo spennellate le brioche con la miscela di latte e tuorlo sbattuti.
 
Cuocetele nel forno già caldo a 180° per 20 minuti fino a quando la superficie avrà assunto un colore lucido e dorato. Sfornate le brioche e lasciatele raffreddare prima di servirle. Sono buonissime farcite col gelato o una crema qualsiasi. Ma anche senza niente!

Related Posts

Discussion about this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php